Category ArchiveDocumentazione

Relazioni Convegno Toscana 12 e 13 Settembre 2019

RELAZIONI DEL 12/9:

SASSOLI

PIERI

BECATTINI

RELAZIONI DEL 13/9:

SASSOLI

PELOSI

DINDALINI

DONATO

MAURI

Foto Convegno/Visita Tecnica in Toscana

Rassegna Stampa Visita Tecnica Siena 12 e 13 Settembre 2019

Ferpress – Tiemme, Siena: da oggi arriva “Pay and Go”, oltre 100 bus con obliteratrici per fare biglietto con carte bancarie contactless.

Comunicato Stampa Tiemme

TELENORD

La Gazzetta di Firenze: A Siena il biglietto del bus si paga con un beep. La rivoluzione grazie al sistema della fiorentina AEP Ticketing Solutions

Siena News: A Siena il pagamento del biglietto è ‘contactless’: nei bus Tiemme arriva “Pay and go”

VIDEO:

Convegno/ Visita Tecnica Siena/San Gimignano – 12 e 13 settembre 2019

Puntata di Transport di venerdì 13 Settembre con un ampio resoconto sul convegno di Club Italia

Pay and Go – Canale 3

Pay and Go – Siena TV

Siena: il 12-13 settembre convegno Club Italia/Tiemme su bigliettazione elettronica e sistemi innovativi nel Tpl

(FERPRESS) – Siena, 10 SET – I progetti innovativi di Tiemme per l’impiego di nuove tecnologie per l’acquisto dei titoli di viaggio nel Tpl saranno al centro di un convegno, organizzato in collaborazione con l’associazione Club Italia, in programma giovedì 12 e venerdì 13 settembre 2019 a Siena e San Gimignano.

Siena ospiterà oltre 100 tra i principali protagonisti del Trasporto Pubblico Locale e della bigliettazione elettronica a livello nazionale ed internazionale, che si confronteranno sulle evoluzioni del TPL negli ultimi anni.  A questo riguardo Tiemme è sicuramente una delle realtà più dinamiche, avendo messo in campo, in un solo biennio, numerose nuove soluzioni che hanno portato importanti benefici dell’utenza e al tempo stesso miglioramenti nella gestione dell’azienda. Il focus dei lavori sarà dedicato al nuovo progetto “Pay and Go”, realizzato con la collaborazione di Banca Intesa, Mastercard e VISA, ovvero al sistema che consente il pagamento del titolo di viaggio urbano a bordo bus, senza alcuna maggiorazione o registrazione, con la propria carta bancaria EMV contactless tramite le nuove validatrici installate su oltre 100 mezzi della flotta urbana di Siena.

Alla base di questa evoluzione, apparentemente semplice ma in realtà molto complessa, vi è la tecnologia di AEP Ticketing Solutions, un’azienda toscana (a Signa, in provincia di Firenze) che opera da oltre venti anni in Italia, Francia e altri paesi esteri, fornendo non solo le moderne validatrici contactless, eredi delle antiche obliteratrici elettromeccaniche, ma anche le relative soluzioni software, nel pieno rispetto di tutte le vigenti normative. Si tratta di un sistema altamente innovativo che pone Siena fra le prime realtà che adottano il pagamento con carte bancarie sui bus, al pari di poche altre città europee, come ad esempio Londra. Ogni bus sarà riconoscibile dalla grafica dedicata “Pay and Go” sulla portiera di salita; una volta a bordo, basterà un semplice gesto per acquistare il biglietto, per sé ma anche per altri passeggeri.

“Siamo orgogliosi di ospitare a Siena e San Gimignano una delle consuete visite tecniche di Club Italia – spiega Massimiliano Dindalini, Presidente di Tiemme Spa -. Club Italia è l’associazione che punta a promuovere sul territorio italiano l’utilizzo di sistemi di pagamento e di accesso basati su carte elettroniche (smartcard e carte bancarie), mobile, con validazione di prossimità (contactless) integrati con i sistemi di infomobilità. Mostreremo i risultati raggiunti ad oggi, in particolare con il primo servizio EMV sulla linea extraurbana 130 Siena-San Gimignano e quindi l’estensione del servizio alla rete urbana di Siena che sarà disponibile a breve. Si tratta di uno strumento in grado di rivolgersi, con soluzioni pratiche di acquisto del titolo di viaggio, a tutti i profili della nostra utenza, anche quella occasionale e turistica nonché alle famiglie, vista l’opzione di multi acquisto fino a 5 passeggeri. E’ un progetto dai plurimi risvolti, compreso quello ambientale, dato che punta a garantire l’eliminazione dei titoli di viaggio cartacei a cui stiamo già lavorando”.

La prima giornata dei lavori del convegno è in programma giovedì 12 settembre e si svolgerà, a partire dalle 14.30, all’interno della Sala Italo Calvino del Complesso del Santa Maria della Scala, in piazza Duomo a Siena. Sono previsti anche gli interventi ed i saluti del vice Sindaco di Siena, Andrea Corsi, e dell’assessore ai Trasporti della Regione Toscana, Vincenzo Ceccarelli.

“Tiemme è all’avanguardia a livello nazionale nell’ambito delle soluzioni innovative di monetica – aggiunge Piero Sassoli, Direttore Generale di Tiemme e Presidente di Club Italia – e, come avevamo anticipato, siamo pronti a lanciare il nuovo servizio di pagamento con carte bancarie contactless anche per tutto il servizio urbano di Siena. Non ci fermiamo qua ed entro la fine del 2019 estenderemo la novità a tutti i nostri 210 bus urbani che si muovono anche nelle nostre altre realtà di riferimento (Arezzo, Piombino e comuni minori della provincia di Siena, quali Poggibonsi, San Gimignano, Colle Val d’Elsa, Montepulciano e Chianciano). Siamo convinti che queste tecnologie siamo propedeutiche all’ottenimento di importanti risultati aziendali, quali l’offerta di servizi di pagamento pratici per l’utenza, il contrasto all’evasione tariffaria e la lotta alle frodi”.

La due giorni di approfondimento proseguirà venerdì 13 settembre a Palazzo Pratellesi di San Gimignano, dove saranno presentanti gli ulteriori step dei progetti innovativi di Tiemme ed in particolare, in presenza del Sindaco di San Gimignano Andrea Marrucci, sarà illustrato il laboratorio che interesserà la città delle Torri, con l’introduzione del sistema di monetica EMV anche sul servizio urbano di San Gimignano e alla rete dei parcheggi, nonché lo sviluppo dei canali di infomobilità (sito web, App, paline elettroniche, sistema AVM per info in tempo reale sulla percorrenza dei bus e verifiche di bordo tramite sistemi innovativi). La visita tecnica di Club Italia e Tiemme è patrocinata dal Comune di Siena e dal Comune di San Gimignano ed ha come sponsor e partner tecnici Aep, Otokar, Saima e Carind.

“Tiemme è uno dei nostri clienti più dinamici e importanti – dichiara Giovanni Becattini amministratore delegato di AEP Ticketing Solutions – ma anche uno di quelli a cui ci sentiamo più legati, dopo quasi venti anni di collaborazione in progetti di avanguardia”. “La Toscana – prosegue Graziella Donato, responsabile della linea di prodotto sistemi bancari di AEP Ticketing Solutions – è oggi la regione con il maggior numero di sistemi per il pagamento cashless a bordo bus e, per il suo trasporto pubblico, è probabilmente quella più “cashless” dell’intera Europa. Grazie anche alla linea di bus Firenze-Siena-San Gimignano di Tiemme e ad altre linee che già utilizzano soluzioni AEP, un turista che arriva all’aeroporto di Firenze può raggiungere Firenze, viaggiare per il capoluogo toscano, andare a Siena e viaggiare per la città, usando sempre la sua carta, senza doversi preoccupare di acquistare un biglietto né di informarsi sui vari sistemi tariffari. Ricordo inoltre che questo metodo innovativo accetta anche le carte virtualizzate su smartphone e permette quindi di lasciare a casa le carte fisiche”.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SULL’EVENTO CLICCA QUI

Club Italia: le nuove sfide del 2020

Su Mobility Press Magazine l’intervista al presidente Sassoli e al Direttore Claroni sulle nuove sfide del 2020.

Leggi Mobility Press Magazine

FOTO CONVEGNO Il sistema di bigliettazione elettronica nel quadro della mobilità metropolitana, regionale e nazionale

ACCEDI per visualizzare il contenuto.

Documentazione Convegno “Il sistema di bigliettazione elettronica nel quadro della mobilità metropolitana, regionale e nazionale.” – Milano 16/17 APRILE 2019

ACCEDI per visualizzare il contenuto.

RELAZIONI PRESENTATE A ROMA IL 12 FEBBRAIO 2018


Masabi-Giacomo-Biggiero

Download .pdf [23 MB]

Download Pluservice Campra .ppsx [41.22 MB]


RASSEGNA STAMPA SUL CONVEGNO DI CLUB ITALIA DEL 12 FEBBRAIO 2019

Repubblica.it
Trasporto pubblico: troppi “portoghesi” sui bus, ma i pagamenti elettronici salveranno il settore

Le aziende parlano di danni al settore valutati in 500 milioni di euro su incassi complessivi per 3 miliardi. Ma l’opportunità di far pagare il biglietto con app e cellulari sono la via di uscita.

ROMA – I “portoghesi” costano alla comunità, ma soprattutto alle aziende di trasporto pubblico italiane circa mezzo miliardo di euro. Ma una speranza c’è e le società che operano con bus e metropolitane la ripongono in particolare sul digitale e i biglietti elettronici, grazie a cellulari e app. “L’evasione tariffaria resta un danno da contrastare ed estirpare nel nostro settore, basti pensare che pesa per 500 milioni annui” sui circa 3 miliardi di incassi complessivi spiega Piero Sassoli, presidente di Club Italia, l’associazione di riferimento nel settore del TPL per i sistemi di pagamento, durante il convegno “Costi-Benefici nei sistemi di bigliettazione elettronica delle imprese di trasporto: criteri di convenienza, variabili e parametri”. Da questa analisi emerge inequivocabilmente la necessità di potenziare i pagamenti elettronici. “Con la nostra analisi costi-benefici – sottolinea Sassoli – evidenziamo soprattutto che la cura migliore contro l’evasione è proprio la bigliettazione elettronica. Che rappresenta nuove opportunità per le imprese del TPL ma anche per le imprese fornitrici, più qualità dei servizi, ricerca tecnologica e possibilità di dare lavoro a giovani ingegneri. Oggi abbiamo voluto verificare il decollo delle nuove tecnologie di bigliettazione elettronica che sono state lanciate nel corso del 2018. Tra queste, l’introduzione delle carte bancarie EMV C-LESS nel mondo del TPL costituisce un’autentica rivoluzione, sia per le aziende che gestiscono il servizio che per l’utenza
In altre parole, gli attuali costi di produzione e distribuzione dei titoli di viaggio potranno essere sensibilmente abbattuti, a vantaggio di una migliore accessibilità al servizio, riduzione delle frodi, semplificazione del sistema tariffario e l’opportunità di aumentare il numero di utenti. Ma cosa cambia in concreto per l’utenza? “Un utente, occasionale ma non solo, non avrà più la necessità di munirsi di un biglietto prima di accedere al servizio, in qualunque momento decida di utilizzarlo e indipendentemente dal luogo in cui si trovi. Per il gestore si aprono scenari estremamente interessanti, che possono portare, sia pure gradualmente e partendo dagli ambiti urbani con tariffe flat (essenzialmente titoli con importo fisso e una determinata scadenza temporale), a ridurre progressivamente i titoli di corsa semplice su supporto tradizionale cartaceo o magnetico e, a regime, a ripensare il modello di business”.


ANSA
MARTEDÌ 12 FEBBRAIO 2019 13.49.21 

Tpl: biglietti con carte di credito, risparmio 500 mln l’anno 
Tpl: biglietti con carte di credito,risparmio 500 mln l’anno Sassoli (Club Italia),nuova tecnologia produrra’ anche occupazione (ANSA) – ROMA, 12 FEB – “L’evasione tariffaria resta un danno da contrastare ed estirpare nel nostro settore, basti pensare che pesa per 500 milioni annui” sui circa 3 miliardi di incassi complessivi. Lo spiega Piero Sassoli, presidente di Club Italia, l’associazione di riferimento nel settore del TPL per i sistemi di pagamento, durante il convegno “Costi-Benefici nei sistemi di bigliettazione elettronica delle imprese di trasporto: criteri di convenienza, variabili e parametri” oggi al Centro Congressi Fontana di Trevi a Roma. Analisi dalla quale emerge inequivocabilmente la necessita’ di potenziare i pagamenti elettronici. “Con la nostra analisi costi-benefici – sottolinea Sassoli – evidenziamo soprattutto che la cura migliore contro l’evasione e’ proprio la bigliettazione elettronica. Che rappresenta nuove opportunita’ per le imprese del TPL ma anche per le imprese fornitrici, piu’ qualita’ dei servizi, ricerca tecnologica e possibilita’ di dare lavoro a giovani ingegneri”. “Oggi abbiamo voluto verificare il decollo delle nuove tecnologie di bigliettazione elettronica che sono state lanciate nel corso del 2018. Tra queste, l’introduzione delle carte bancarie EMV C-LESS nel mondo del TPL costituisce un’autentica rivoluzione, sia per le aziende che gestiscono il servizio che per l’utenza In altre parole, gli attuali costi di produzione e distribuzione dei titoli di viaggio potranno essere sensibilmente abbattuti, a vantaggio di una migliore accessibilita’ al servizio, riduzione delle frodi, semplificazione del sistema tariffario e l’opportunita’ di aumentare il numero di utenti”. Ma cosa cambia in concreto per l’utenza? “Un utente, occasionale ma non solo, – replica – non avra’ piu’ la necessita’ di munirsi di un biglietto prima di accedere al servizio, in qualunque momento decida di utilizzarlo e indipendentemente dal luogo in cui si trovi. Per il gestore si aprono scenari estremamente interessanti, che possono portare, sia pure gradualmente e partendo dagli ambiti urbani con tariffe flat (essenzialmente titoli con importo fisso e una determinata scadenza temporale), a ridurre progressivamente i titoli di corsa semplice su supporto tradizionale cartaceo o magnetico e, a regime, a ripensare il modello di business”.(ANSA).


MESSAGGERO MARITTIMO.IT


METRONEWS.IT

TPL: Club italia, ticketing con carte di credito, risparmio 500 milioni l’anno


FERPRESS

TPL: ticketing con carte di credito, risparmio 500 mln anno. Sassoli (Club Italia), nuova tecnologia produrrà anche occupazione

(FERPRESS) – Roma, 12 FEB – “L’evasione tariffaria resta un danno da contrastare ed estirpare nel nostro settore, basti pensare che pesa per 500 milioni annui” sui circa 3 miliardi di incassi complessivi. Lo spiega Piero Sassoli, presidente di Club Italia, l’associazione di riferimento nel settore del TPL per i sistemi di pagamento, durante il convegno “Costi-Benefici nei sistemi di bigliettazione elettronica delle imprese di trasporto: criteri di convenienza, variabili e parametri” oggi al Centro Congressi Fontana di Trevi a Roma. Analisi dalla quale emerge inequivocabilmente la necessità di potenziare i pagamenti elettronici. “Con la nostra analisi costi-benefici – sottolinea Sassoli – evidenziamo soprattutto che la cura migliore contro l’evasione è proprio la bigliettazione elettronica. Che rappresenta nuove opportunità per le imprese del TPL ma anche per le imprese fornitrici, più qualità dei servizi, ricerca tecnologica e possibilità di dare lavoro a giovani ingegneri”. “Oggi abbiamo voluto verificare il decollo delle nuove tecnologie di bigliettazione elettronica che sono state lanciate nel corso del 2018. Tra queste, l’introduzione delle carte bancarie EMV C-LESS nel mondo del TPL costituisce un’autentica rivoluzione, sia per le aziende che gestiscono il servizio che per l’utenza. In altre parole, gli attuali costi di produzione e distribuzione dei titoli di viaggio potranno essere sensibilmente abbattuti, a vantaggio di una migliore accessibilità al servizio, riduzione delle frodi, semplificazione del sistema tariffario e l’opportunità di aumentare il numero di utenti. Ma cosa cambia in concreto per l’utenza? “Un utente, occasionale ma non solo, non avrà più la necessità di munirsi di un biglietto prima di accedere al servizio, in qualunque momento decida di utilizzarlo e indipendentemente dal luogo in cui si trovi. Per il gestore si aprono scenari estremamente interessanti, che possono portare, sia pure gradualmente e partendo dagli ambiti urbani con tariffe flat (essenzialmente titoli con importo fisso e una determinata scadenza temporale), a ridurre progressivamente i titoli di corsa semplice su supporto tradizionale cartaceo o magnetico e, a regime, a ripensare il modello di business”.


YAHOO.FINANCE.COM

Roma, 12 feb. (askanews) – “L’evasione tariffaria resta un danno da contrastare ed estirpare nel nostro settore, basti pensare che pesa per 500 milioni annui” sui circa 3 miliardi di incassi complessivi. Lo spiega Piero Sassoli, presidente di Club Italia, l’associazione di riferimento nel settore del Tpl per i sistemi di pagamento, durante il convegno “Costi-Benefici nei sistemi di bigliettazione elettronica delle imprese di trasporto: criteri di convenienza, variabili e parametri” oggi al Centro Congressi Fontana di Trevi a Roma. Analisi dalla quale emerge la necessità di potenziare i pagamenti elettronici. “Con la nostra analisi costi-benefici – sottolinea Sassoli – evidenziamo soprattutto che la cura migliore contro l’evasione è proprio la bigliettazione elettronica. Che rappresenta nuove opportunità per le imprese del Tpl ma anche per le imprese fornitrici, più qualità dei servizi, ricerca tecnologica e possibilità di dare lavoro a giovani ingegneri”. “Oggi abbiamo voluto verificare il decollo delle nuove tecnologie di bigliettazione elettronica che sono state lanciate nel corso del 2018. Tra queste, l’introduzione delle carte bancarie EMV C-LESS nel mondo del Tpl costituisce un’autentica rivoluzione, sia per le aziende che gestiscono il servizio che per l’utenza – aggiunge -. In altre parole, gli attuali costi di produzione e distribuzione dei titoli di viaggio potranno essere sensibilmente abbattuti, a vantaggio di una migliore accessibilità al servizio, riduzione delle frodi, semplificazione del sistema tariffario e l’opportunità di aumentare il numero di utenti”. “Un utente, occasionale ma non solo, non avrà più la necessità di munirsi di un biglietto prima di accedere al servizio, in qualunque momento decida di utilizzarlo e indipendentemente dal luogo in cui si trovi – conclude -. Per il gestore si aprono scenari estremamente interessanti, che possono portare, sia pure gradualmente e partendo dagli ambiti urbani con tariffe flat (essenzialmente titoli con importo fisso e una determinata scadenza temporale), a ridurre progressivamente i titoli di corsa semplice su supporto tradizionale cartaceo o magnetico e, a regime, a ripensare il modello di business”.



ASKANEWS
MARTEDÌ 12 FEBBRAIO 2019 14.10.28 

Tpl, Club Italia: biglietti con carte credito 500 mln di risparmio 
Tpl, Club Italia: biglietti con carte credito 500 mln di risparmio E’ la cura migliore contro l’evasione tariffaria Roma, 12 feb. (askanews) – “L’evasione tariffaria resta un danno da contrastare ed estirpare nel nostro settore, basti pensare che pesa per 500 milioni annui” sui circa 3 miliardi di incassi complessivi. Lo spiega Piero Sassoli, presidente di Club Italia, l’associazione di riferimento nel settore del Tpl per i sistemi di pagamento, durante il convegno “Costi-Benefici nei sistemi di bigliettazione elettronica delle imprese di trasporto: criteri di convenienza, variabili e parametri” oggi al Centro Congressi Fontana di Trevi a Roma. Analisi dalla quale emerge la necessità di potenziare i pagamenti elettronici. “Con la nostra analisi costi-benefici – sottolinea Sassoli – evidenziamo soprattutto che la cura migliore contro l’evasione è proprio la bigliettazione elettronica. Che rappresenta nuove opportunità per le imprese del Tpl ma anche per le imprese fornitrici, più qualità dei servizi, ricerca tecnologica e possibilità di dare lavoro a giovani ingegneri”. “Oggi abbiamo voluto verificare il decollo delle nuove tecnologie di bigliettazione elettronica che sono state lanciate nel corso del 2018. Tra queste, l’introduzione delle carte bancarie EMV C-LESS nel mondo del Tpl costituisce un’autentica rivoluzione, sia per le aziende che gestiscono il servizio che per l’utenza – aggiunge -. In altre parole, gli attuali costi di produzione e distribuzione dei titoli di viaggio potranno essere sensibilmente abbattuti, a vantaggio di una migliore accessibilità al servizio, riduzione delle frodi, semplificazione del sistema tariffario e l’opportunità di aumentare il numero di utenti”. “Un utente, occasionale ma non solo, non avrà più la necessità di munirsi di un biglietto prima di accedere al servizio, in qualunque momento decida di utilizzarlo e indipendentemente dal luogo in cui si trovi – conclude -. Per il gestore si aprono scenari estremamente interessanti, che possono portare, sia pure gradualmente e partendo dagli ambiti urbani con tariffe flat (essenzialmente titoli con importo fisso e una determinata scadenza temporale), a ridurre progressivamente i titoli di corsa semplice su supporto tradizionale cartaceo o magnetico e, a regime, a ripensare il modello di business”. Sen 20190212T141012Z


ADNKRONOS
MARTEDÌ 12 FEBBRAIO 2019 14.36.12

TPL: CLUB ITALIA, TICKETING CON CARTE CREDITO, RISPARMIO 500 MLN ANNO
Roma, 12 feb. (AdnKronos) – “L’evasione tariffaria resta un danno da contrastare ed estirpare nel nostro settore, basti pensare che pesa per 500 milioni annui” sui circa 3 miliardi di incassi complessivi”. Lo spiega Piero Sassoli, presidente di Club Italia, l’associazione di riferimento nel settore del Tpl per i sistemi di pagamento, durante il convegno ‘Costi-Benefici nei sistemi di bigliettazione elettronica delle imprese di trasporto: criteri di convenienza, variabili e parametri’ oggi al Centro Congressi Fontana di Trevi a Roma. Analisi dalla quale emerge inequivocabilmente la necessità di potenziare i pagamenti elettronici. “Con la nostra analisi costi-benefici – sottolinea Sassoli – evidenziamo soprattutto che la cura migliore contro l’evasione è proprio la bigliettazione elettronica. Che rappresenta nuove opportunità per le imprese del Tpl ma anche per le imprese fornitrici, più qualità dei servizi, ricerca tecnologica e possibilità di dare lavoro a giovani ingegneri”.

Visita Tecnica a Chartres (foto e descrizione tecnica del sistema EMV di Chartres)

In occasione dell’avviamento dell’Open Payment EMV contactless

Delegazione Club Italia a Chartres

Chartres, Francia, 7-8 novembre 2018 – La rete Filibus di Chartres (Francia), in concomitanza con le Journées AGIR 2018, avvia il pagamento del biglietto di trasporto urbano tramite carta bancaria EMV contactless direttamente a bordo dei veicoli, grazie al Sistema di Bigliettazione Elettronica realizzato da AEP Ticketing Solutions, con la sponsorizzazione di MasterCard Francia.

L’autorità del trasporto Chartres Metropole  è quindi il primo agglomerato in Francia a lanciare questo servizio su tutta la sua rete.

Il sistema, realizzato da AEP Ticketing Solutions, segue il modello Transport for London e le Linee guida emesse da Club Italia nel 2016. Con l’occasione è stato quindi organizzato un incontro tra Filibus, nella persona del Sig. Joachim Bertolucci, Direttore, e una delegazione di Club Italia, guidata dal Presidente Ing. Piero Sassoli e dal Direttore Dott. Claudio Claroni.

“Per la delegazione di Club Italia, si è trattato di un viaggio molto interessante, che si è concluso nella visita tecnica alla Filibus”, “e che ha permesso di vedere messe in pratica le architetture funzionali che Club Italia aveva già compiutamente definito fino dal 2016, a conferma dell’utilità e della visione della nostra Associazione, ove si combinano costruttivamente le conoscenze dei nostri Soci, Compagnie di Trasporto e Aziende Industriali. Siamo particolarmente lieti che questo importante risultato sia stato realizzato da AEP Ticketing Solutions, uno dei nostri soci più attivi.

Di particolare interesse anche la campagna promozionale sponsorizzata da MasterCard, che potrebbe costituire un esempio da seguire anche in Italia e l’enfasi data alla convalida obbligatoria, che è ormai anche in Francia ritenuta strumento di base nella lotta contro l’evasione tariffaria, come Club Italia sostiene da molti anni.”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Descrizione tecnica-Chartres